L’accesso ai ruoli del personale docente ed assistente, nonché del personale di staff quale segreteria amministrazione e logistica, viene gestito tramite procedure schedulate da norme ISO.

Tutti i Docenti devono essere in possesso di idonee certificazioni di titolo artistico-culturali e/o professionale, laurea di secondo livello, devono dimostrare una comprovata esperienza in posizioni di ambito analogo e sostenere comunque una prova orale volta all’accertamento della preparazione culturale – tecnica, e del possesso delle capacità didattiche relativamente agli incarichi di insegnamento da svolgere.
Tutte le risorse impiegate dall'Accademia del Design, per l’erogazione dei servizi di formazione, sono altamente qualificate e con esse vengono instaurate collaborazioni durature.
Il profilo tipo del formatore che collabora con AD si distingue per i seguenti aspetti:

  • E’ richiesto un titolo di studio non inferiore al diploma di laurea di secondo livello e costituisce carattere preferenziale la certificazione di specifiche competenze tecniche (per es. la certificazione Adobe). Per alcuni particolari settori è necessario essere iscritti all’albo professionale di riferimento (es. Giornalista, Architetto, ecc.).
  • Ci avvaliamo solamente di professionisti che hanno maturato una pluriennale esperienza nel campo della formazione e/o che hanno acquisito le competenze nello specifico campo di insegnamento.
  • Tutte le persone che collaborano con AD – siano esse formatori, tutor,  personale amministrativo, ecc. – devono dimostrare in ogni occasione serietà, professionalità e un corretto comportamento deontologico.
  • Professionalità in continuo divenire: Tutti i docenti  che collaborano con AD continuano ad investire tempo e risorse per aggiornare e perfezionare le loro competenze, in un’ottica di formazione continua (Longlife Learning).

Ogni formatore deve inoltre saper  “mettere in campo” alcune competenze specifiche del ruolo che ricopre. Tra queste è essenziale possedere alcune competenze didattico-metodologiche generali: deve saper effettuare innanzitutto una corretta analisi dei bisogni e, a seguire, deve saper programmare opportunamente la formazione;  deve saper utilizzare i comuni strumenti e supporti didattici oltre che quelli specifici del corso; deve saper valutare l’efficacia della formazione e dell’apprendimento, utilizzando ordinari sistemi di valutazione o, se necessario, strumenti di valutazione studiati ad hoc.
Oltre alle competenze tecnico-specialistiche relative ai contenuti o ai processi inerenti la specifica formazione, il formatore che eroga i corsi della AD deve possedere competenze relazionali  specifiche al contesto del settaggio d’aula (rapporto formatore-partecipante, gestione delle dinamiche di gruppo): dove è possibile si chiede al formatore di gestire il rapporto con la classe come una “interazione aperta”, rendendo la formazione quanto di più distante dal modello mono-direzionale, di tipo contenutistico verbale e razionale, tipico retaggio della cultura universitaria italiana.

La selezione dei docenti AD  si svolge in parte attraverso i titoli di possesso, in parte tramite una prova orale volta all'accertamento della preparazione culturale e del possesso delle capacità didattiche relativamente agli insegnamenti da svolgere
A conclusione della valutazione la Commissione predisporrà una graduatoria di merito che determinerà le nomine dei docenti.